magazine-header
No. 24

La voce della Sicilia

«Facciamo fuoco e fiamme parlando dei vini di Donnafugata! Perché sono pieni di poesia e calore, proprio la cosa giusta per la stagione fredda. Ti garantiamo buone feste con i nostri consigli sul vino. Scorri e lasciati ispirare!»

Renzo Und Dominic@2x

Dominic Blaesi & Renzo Schweri

Fondatori

magazine-cover

«Il vino è un linguaggio universale come la musica.» – José Rallo

Donnafugata gioca con il fuoco

È piena di buone idee, sprizza gioia di vivere e rappresenta i suoi vini con un sacco di fuoco: José Rallo. È il volto e la voce di Donnafugata. L'azienda è stata fondata dai suoi genitori all'inizio degli anni '80 e da allora ha plasmato l'immagine del vino siciliano. Oggi, le bottiglie colorate godono di uno status di culto tra molti amanti del vino e difficilmente un viaggiatore se le lascerà sfuggire nei ristoranti e nelle gastronomie siciliane. José è un imprenditore e un artista innovativo che sta facendo faville e aggiungendo colore al mondo del vino siciliano dominato dagli uomini. Insieme al fratello Antonio, tiene in piedi l'attività. Così, nel 2016, i due hanno deciso di ampliare Donnafugata e di produrre vino anche sul versante nord del vulcano siciliano, nelle immediate vicinanze della colata lavica che nel 1981 ha terrorizzato un intero villaggio. Un gioco con il fuoco? Paura e fascino sono vicini qui, sul vulcano attivo più alto d'Europa. La regione DOC Etna è attualmente considerata il punto caldo della viticoltura siciliana, i suoi vini affascinano con una straordinaria eleganza. Il «Sul Vulcano» è un vino rosso fresco con aromi di frutti di bosco e note floreali. Leggero, originale e di buon umore. In un certo senso, un riflesso di José quando è sul palco con la sua jazz band e presta la sua voce ai vini. Mentre il pubblico degusta i vini Donnafugata, lei sottolinea il carattere del vino con la sua musica. «Mi piace cantare i miei vini», dice il vivace siciliano. Tra l'altro, dona i soldi di questi concerti quadrimensionali all'ospedale pediatrico di Palermo. Applausi!

wine-bottle

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

Vini in dialogo con l'arte

Donnafugata ci racconta storie piene di poesia. Gli eroi sono i singoli vini con i loro aromi tipici, i loro nomi straordinari e le loro etichette uniche. Ma la protagonista è sempre la Sicilia: la grazia, la vivacità e la cordialità dell'isola che già affascinava Goethe. Ogni bottiglia di Donnafugata trasmette questa emozione, particolarmente tangibile nelle etichette. Le immagini colorate sono state disegnate da un artista amico della famiglia. Sono i colori del sud... Colori forti e vivaci come quelli che puoi provare nei mercati ortofrutticoli di Palermo. Immagina la sensazione: Negli anni '80 le etichette dei vini erano tutte nere o marroni. E poi arriva Donnafugata con queste etichette colorate! «Abbiamo portato i colori sulle etichette dei vini», afferma José con evidente orgoglio per il risultato pionieristico di sua madre Gabriella. Tuttavia, è soprattutto la letteratura ad essere tenuta in grande considerazione dalla famiglia. Ad esempio, il nome Donnafugata è nato quando Gabriella ha sfogliato il famoso romanzo siciliano «Il Gattopardo». Anche Tancredi è un personaggio di quest'opera: un nobile che si schiera con i rivoluzionari e finisce per sfondare. E che sapore ha questo Tancredi sotto forma di vino? È un gentiluomo con le migliori maniere e un carattere complesso. Un vino nobile a un prezzo rivoluzionario. Non c'è da stupirsi che sia uno dei vini rossi più popolari della Sicilia. Le arti non sono solo una fonte di ispirazione per i Rallo. L'azienda partecipa finanziariamente a premi promozionali per la letteratura, sostiene la ricerca archeologica e il restauro di opere d'arte nella regione. In definitiva, Donnafugata è la storia di una famiglia che ha valorizzato un'intera area grazie alle sue competenze e alla sua passione. L'amante del vino Goethe ne sarebbe stato entusiasta.

wine-bottle

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

«O felice tempo di bere vino!»

Qualunque sia il tuo rituale personale per le festività:

Abbiamo il vino adatto. Scorri nella nostra casa del vino e trova il tuo vino preferito!

Ti auguriamo di trascorrere un periodo meraviglioso.

magazine-header
I ricchi

Questo vino ti regalerà una grande ricchezza: generosi aromi di frutta, molto calore e una bella densità. E tutto questo a un prezzo che non ti farà pensare due volte ad aprire un'altra bottiglia.

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-header
Lo scintillio

Il «Nudo» non è avaro di fascino: note fresche e allegre di mela verde, frutta a nocciolo e fiori. Al palato, piacere esuberante. Sensuale e frizzante... Non c'è niente che possa andare storto.

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-header
Il socievole

Per gli abitanti del Vallese, «Sienta» significa «a volte». Sì, a volte la felicità è perfetta, nonostante i bambini sovraeccitati e l’albero di Natale secco. Sono queste asperità a dare colore alla vita. Un vino bianco dalla dolcezza acidula.

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-header
Il coraggioso

Questo Syrah viene prodotto come un normale vino. Solo prima dell'imbottigliamento l'alcol viene rimosso attraverso un processo innovativo. Per tutti coloro che vogliono fare a meno dell'alcol durante le feste, ma non del vino.

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-header
Il brillante

Il suo bouquet fruttato con un pizzico di anice lo rende davvero natalizio e la bella etichetta dorata fa il resto. Buona qualità ad un prezzo equo!

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-header
Il membro del team di Flaschenpost

Questo vino è il culmine della nostra amicizia con l'enologo spagnolo Juan Luis Cañas. Ogni anno riserva 10 botti selezionate solo per noi. Un vino di qualità superiore a un prezzo da amicizia.

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-cover

«Nel paese del buon gusto»

G22 è il nome del miglior vino bianco dei Paesi Baschi.

In nessun altro luogo la cucina gode di uno status così elevato come nei Paesi Baschi. Questo è dimostrato, ad esempio, dal fatto che la cucina si trova tradizionalmente al centro della casa. O che un numero eccezionalmente elevato di chef di alto livello provenga dai Paesi Baschi. L'aspetto tipico della cucina basca è che si limita sempre a pochissimi ingredienti e di solito fa a meno delle spezie. Gli orti del Golfo di Biscaglia producono prodotti dal gusto incomparabile. Una persona che ha perfezionato l'arte di queste autentiche esperienze gustative è Eneko Atxa del ristorante Azurmendi di Labarretzu, vicino a Bilbao. Il ristorante non solo ha tre stelle Michelin, ma anche una propria serra, un orto e una cantina. E ciò che vale per le verdure e la carne basche vale naturalmente anche per la specialità vinicola txakoli: questo vino bianco colpisce per i suoi aromi particolarmente intensi. Mentre Eneko crea antipasti all'avanguardia in cucina con incredibile precisione e amore per la sperimentazione, suo zio Gorka Izagirre fa lo stesso in cantina. Con molta pazienza, il rinomato enologo ha osservato, assaggiato, selezionato e infine creato il G22. Il suo obiettivo era «catturare l'essenza del vitigno Hondarrabi Zerratia e portarla in bottiglia». Con questo, Gorka Izagirre porta Txakoli a un nuovo livello. Un must per ogni buongustaio!

wine-bottle

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-cover

«Dove l'acqua e il vino non si esauriscono mai...»

Miraculum onora le meraviglie dimenticate di Manduria

Manduria – il solo nome sembra uscito da un antico racconto mitico. In effetti, i migliori vini di questa regione ci ammaliano con il loro gusto misterioso: nascosti sotto i frutti scuri e profondi, meravigliosi aromi speziati si assopiscono come se provenissero dalle Mille e una notte. Con i vini «Miraculum», i Produttori di Manduria sono riusciti a catturare questa magia. Come simbolo di ciò, sull'etichetta si trova il «Fonte Pliniano» di Manduria. Questa fontana fu costruita dai fondatori della città in tempi mitici e ha sconcertato le persone fin dall'antichità: la sorgente si trova in una grotta sotterranea che può essere raggiunta attraverso una scala scavata nella pietra. Quando prelevi l'acqua, il bacino si riempie immediatamente, ma non trabocca mai. È inutile dire che si raccontano numerose leggende su questo luogo magico. I produttori di «Miraculum» attribuiscono particolare importanza alla complessità e all'eleganza: i vini sono vinificati secchi, la dolcezza e l'acidità sono ben bilanciate. Sebbene gli scienziati siano riusciti a spiegare il miracolo della fontana, essa è ancora considerata un simbolo della generosità della natura. E come è noto, la natura regala ai pugliesi non solo l'acqua, ma anche il miglior vino.

wine-bottlewine-bottle

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.