Benefattori

Un occhio al futuro.


Questi viticoltori a volte intraprendono anche strade non convenzionali per produrre vino in armonia con la natura. I metodi di lavoro rispettosi dell'ambiente sono la priorità assoluta di queste cantine. In modo che anche le generazioni future possano godere di un vino meraviglioso proveniente da terreni sani.


magazine-header
Il minimalista

Nella piccola cantina di Christoph Edelbauer tutto è ridotto all'essenziale. In cambio, il giovane austriaco attribuisce grande importanza alla sostenibilità, alla cura e alla creatività. Qui, meno è decisamente di più!

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-header
La biodinamica

Robert Eden di Château Maris è un pioniere della viticoltura biodinamica. Presta attenzione alle fasi lunari, nei suoi vigneti conserva una cultura mista diversificata e ara solo con l'aiuto di un cavallo.

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-header
Il maturo

Alla fine degli anni '90, Rosalia Molina, enologa appena diplomata, acquistò un terreno isolato a 1080 metri di altitudine. Su «Altolandon», l'uva matura lentamente e in modo sano nel bel mezzo di un paradiso naturale.

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-header
La comunità

A Volpaia, l'intero villaggio è impegnato nella viticoltura: Il vino viene spremuto nel Castello, le bottiglie sono conservate nelle volte della chiesa e quasi ogni casa ha un serbatoio di vino biologico in cantina.

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.

magazine-header
Il trend-setter

L'azienda vinicola californiana a conduzione familiare Bogle unisce metodi di lavoro compatibili con l'ambiente, socialmente equi ed economicamente vantaggiosi. L'azienda ha già ricevuto diversi premi per questo motivo.

Siamo spiacenti, questo vino non è più disponibile.