Flaschenpost Logo

Il tuo carrello è vuoto.

Inizia e riempi il tuo carrello con i migliori vini.

Non sai da dove cominciare?

No. 35

Radicale in viaggio

«I vini sono come opere d'arte. Sono unici perché racchiudono la personalità di chi crea il prodotto. Questa rivista è pensata per raccontare le storie legate a un vino. Le diverse personalità del vino saranno fonte di ispirazione! Un anticonformista che ama la libertà, una volpe furbetta o una persona tranquilla: chi inviti alla tua tavola? Ti auguriamo una piacevole lettura.»

Dominic Blaesi & Renzo Schweri

Fondatori

Bottiglia di Réserve de Georges di Maison Ventenac

«Non avrei mai pensato di diventare un viticoltore.» – Olivier Ramé

Un cambio di carriera su un percorso ripido

Quindici anni fa la vita di Olivier Ramé era molto diversa. Viveva in un appartamento a Parigi con la moglie Stéphanie. Lavorava come consulente finanziario, lei era una responsabile marketing. A entrambi piaceva bere vino, soprattutto perché quella di Stéphanie è una famiglia di viticoltori. Olivier non pensava di diventare lui stesso un viticoltore. Dopotutto, la carriera di esperto di fusioni aziendali andava a gonfie vele: chi avrebbe immaginato un nuovo inizio? In seguito Olivier ha cominciato a essere stufo della grande città e del mondo finanziario. Quando un giorno il suocero manifesta la volontà di vendere il vigneto, il giovane francese ha un sussulto e decide di intraprendere una strada completamente nuova. Lascia il lavoro per una formazione come enologo. Ha capito subito che come viticoltore non voleva semplicemente seguire i sentieri battuti. Così ha girato il mondo per due anni e visitato 200 regioni vinicole. «Volevo fare più esperienza possibile sul tema del vino, vedere come si produce altrove e trovare uno stile tutto mio», spiega il ragazzo ambizioso che aveva cambiato la propria vita lavorativa. I primi anni da viticoltore sono stati impegnativi, perché l'azienda era stata gestita fino a quel momento in modo molto convenzionale e non imbottigliava direttamente i vini, ma li vendeva a intermediari. Sono stati necessari molto lavoro e un ripensamento completo per rendere la «Maison Ventenac» la moderna cantina biologica che è oggi. Anche nel tempo libero a Olivier piacciono strade impervie. Con la sua gravel bike esplora come più gli piace luoghi del sud della Francia. Mai su strade sbagliate, ma sicura-mente su quelle ripide!

Bottiglia di La Muse di Maison Ventenac

Olivier Ramé vuole cambiare il tuo punto di vista sul vino

«Sono favorevole a togliere il vino dal piedistallo», afferma Olivier Ramé con un tono ribelle, «dovremmo rimetterlo al suo posto: nella nostra gola». Alla fine, non è importante ciò che è scritto sull'etichetta. Al palato interessa solo che il vino abbia un buon sapore. «Appellation? Château? Non mi interessa nulla di tutto questo!» Un punto di vista davvero radicale. A maggior ragione per un francese e ancor più per un viticoltore che potrebbe scrivere entrambe le cose sulla sua bandiera, o meglio, sulla bottiglia. Sarebbe diventato un «dissidente» durante il viaggio di due anni attraverso le regioni vinicole del mondo: «Faccio i vini che mi piacciono, e non quelli che gli altri si aspettano da me.» Per esempio, pressa vini monovitigno come «La Muse», contravvenendo le regole della AOP Cabardès. Quando arrivò nel sud della Francia e mise in discussione molte cose, fu presto considerato «un peu fou», un po' matto. Olivier è semplicemente una persona che osa andare per la sua strada. E anche dove la maggior parte vede solo un vicolo cieco. Nel 2013 il viticoltore ha perso l'anulare della mano sinistra men-tre lavorava con un macchinario. Qualche anno dopo ha iniziato a prendere lezioni di chitarra, scoprendo che si riesce a suonare anche con un dito di meno! Basta volerlo. Olivier è con-vinto che tutti abbiano un «lato da dissidente» che si mostra quando ci impegniamo a «fare le nostre cose», quando non scendiamo a compromessi. Il «lato dissidente» è un terreno fertile per crescere oltre se stessi. Olivier Ramé ci mostra la strada. Con una storia di vita straordinaria e con i vini straordinariamente buoni.

I nostri topseller